20 supplementi da evitare intorno alla chirurgia

Spesso associamo dicembre alle vacanze, visitando con la famiglia e facendo regali. Ma per quelli con giorni di ferie in più o che hanno raggiunto la franchigia dell'assicurazione sanitaria, la fine dell'anno è spesso un buon momento per pianificare una procedura chirurgica.

Per garantire il miglior risultato, fare un bilancio degli integratori alimentari che prendi è un primo passo importante. Anche se generalmente benefico e sicuro, l'uso di alcuni supplementi nutrizionali al momento dell'intervento potrebbe non essere desiderabile.

Mentre la più grande preoccupazione è il sanguinamento prolungato dopo l'intervento chirurgico, altre reazioni avverse che possono verificarsi dall'assunzione di integratori comprendono l'interferenza con anestesia, disturbi cardiovascolari e interazioni con farmaci da prescrizione.

Per garantire il miglior risultato chirurgico, assicurarsi di interrompere l'uso dei seguenti supplementi nutrizionali, due settimane prima dell'intervento chirurgico e due settimane dopo l'intervento chirurgico:

Mirtillo (Vaccinium myrtillus) – Contiene composti chiamati antocianosidi e composti flavonoidi che rafforzano i vasi sanguigni, migliorano la circolazione e possono essere utili nel trattamento dei disturbi degli occhi. Il mirtillo può influenzare le cellule del sangue chiamate piastrine e può aumentare il sanguinamento.

Cayenne (Capsicum frutescens) – Conosciuto anche come pepe rosso, il caienna abbassa i livelli di colesterolo nel sangue, che possono aiutare ad abbassare la pressione sanguigna. Cayenne può influenzare le piastrine e un er caso erdose può causare un significativo calo della temperatura corporea.

Dong Quai (Angelica sinensis) – Un'erba femminile per tutti gli usi usata per fornire energia e regolare gli ormoni femminili. Un costituente ctive in dong quai è un composto simile alla cumarina, che può aumentare i farmaci anticoagulanti esistenti (fluidificanti il ​​sangue)

Echinacea (Echinacea augustfolia ) – Utilizzato per rafforzare il sistema immunitario e per le infezioni delle vie respiratorie. L'echinacea può influire negativamente sul fegato quando vengono utilizzati anestetici generali o altri farmaci.

Feverfew (Tanacetum parthenium) – Dalla parola latina febrifuge, che significa febbre riducente, l'erba è usata principalmente per curare l'emicrania. Il partenio può aumentare il sanguinamento, specialmente nei pazienti che assumono determinati farmaci che fluidificano il sangue.

Olio di pesce – Gli acidi grassi essenziali Omega-3 presenti nell'olio di pesce sono utili per abbassare la pressione sanguigna, il colesterolo e i livelli di trigliceridi e ridurre il rischio di malattie cardiache. L'olio di pesce ha proprietà che fluidificano il sangue e possono essere problematiche durante l'intervento chirurgico.

Aglio (Allium sativum) – Utilizzato terapeuticamente per prevenire e curare l'aterosclerosi (indurimento delle arterie) e il colesterolo elevato. L'aglio può aumentare gli effetti di fluidificanti del sangue come Coumadin® (wafarin) e farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS) causando un sanguinamento anormale

Ginger (Zingiber officinale) – Stimola il sistema digestivo e aiuta ad alleviare cinetosi, nausea e vomito. L'uso di zenzero può alterare il tempo di sanguinamento e interferire con i farmaci cardiaci e anticoagulanti.

Ginkgo Biloba (Ginkgo biloba) – Una delle più antiche specie di alberi viventi e una delle migliori erbe medicinali studiate. Il ginkgo biloba migliora la circolazione sanguigna rafforzando il sistema vascolare e inibendo l'aggregazione piastrinica. Il ginkgo è anche usato per aiutare a prevenire il deterioramento mentale negli anziani. Il ginkgo ha una significativa attività di diradamento del sangue che è tre volte più forte della vitamina E.

Ginseng (Panax quinquefolium / Panax ginseng) – Il ginseng è un cosiddetto adattogeno (aumenta la resistenza fisiologica allo stress) e un antiossidante. Comunemente utilizzato per migliorare le prestazioni fisiche e cognitive. Il ginseng agisce come un anticoagulante e può interagire con i farmaci per la cura del sangue, ipertensione e i farmaci per abbassare il glucosio nel sangue.

Tags: