È una delle forme di cancro più mortali

    
                    
            
                        

Il cancro del pancreas è una delle forme di cancro più mortali e nel 2018 l'American Cancer Society stima che oltre 55.000 persone ne verranno diagnosticate e quasi 45.000 ne moriranno.

Ciò che rende il cancro del pancreas così mortale è che inizia nelle cellule che rivestono i dotti del pancreas e si diffonde rapidamente, e raramente viene catturato nelle fasi iniziali.

Sentire che ti è stata diagnosticata questa forma mortale di cancro può essere terrificante, ma una nuova ricerca offre speranza per i pazienti di nuova diagnosi.

Due nuovi report clinici su Francia e Paesi Bassi hanno scoperto che trattamenti innovativi possono prolungare la vita dei pazienti sottoposti a trattamento per il cancro del pancreas .

Lo studio francese ha esaminato l'efficacia di un regime di chemioterapia a quattro farmaci per i pazienti dopo l'intervento chirurgico. L'obiettivo del trattamento è fermare la diffusione del cancro ad altri organi nel corpo di un paziente. Come parte dello studio, i ricercatori hanno esaminato i dati di pazienti con cancro del pancreas che erano tutti tra 3 settimane e 12 settimane dopo l'intervento chirurgico. I partecipanti hanno ricevuto uno dei due trattamenti. Il primo era una combinazione di chemioterapia a quattro farmaci. Il secondo gruppo, selezionato a caso, ha ricevuto l'attuale standard di cura per i pazienti affetti da cancro del pancreas, che è un singolo farmaco chemio.

I ricercatori hanno scoperto che i pazienti che ricevevano la combinazione di quattro farmaci avevano una sopravvivenza globale di oltre 54 mesi, mentre quelli che assumevano il singolo farmaco chemio, l'attuale standard di cura, avevano una sopravvivenza complessiva di 35 mesi, una differenza di più di un anno e mezzo.

"Questo tasso di sopravvivenza dopo chemioterapia più intensiva dopo l'intervento chirurgico è senza precedenti e impressionante in questa malattia ad alto rischio", dice Dr. Edward Jamesmedico oncologo specializzato in neoplasie gastrointestinali avvocato dell'Ospedale Generale Luterano a Park Ridge, Illinois. "Offrire questo regime per i pazienti idonei che hanno avuto una resezione anticipata del loro carcinoma pancreatico rappresenta una tremenda clinica anticipo “.

Il secondo test clinico fuori dai Paesi Bassi ha esaminato un altro trattamento innovativo. Questo studio si è concentrato sull'efficacia di fornire trattamenti di chemioterapia e radioterapia prima che un paziente avesse un intervento chirurgico al cancro del pancreas. Nello studio, i pazienti hanno subito la rimozione dei tumori immediatamente o sono stati sottoposti a una combinazione di chemioterapia / radioterapia prima dell'intervento chirurgico.

I risultati?

I pazienti trattati prima dell'intervento avevano una sopravvivenza media di 17 mesi rispetto a quelli sottoposti a un intervento chirurgico la cui sopravvivenza era inferiore a 14 mesi. Inoltre, il trattamento neoadiuvante ha influito sui tassi di successo dell'intervento. Per quelli trattati con chemio e radiazioni prima dell'intervento chirurgico, i chirurghi sono stati in grado di rimuovere il tumore nel 63% dei pazienti. D'altra parte, i chirurghi erano in grado di rimuovere solo il 31% dei tumori di pazienti non trattati prima dell'intervento. Il trattamento precedente ha più che raddoppiato il tasso di successo dell'intervento.

Gli esperti non sono sorpresi dai risultati.

"Stiamo già utilizzando molti di questi tipi di terapie neoadiuvanti presso l'Advocate Lutheran General Hospital per i pazienti con cancro al pancreas", afferma Dr. Fabio Sbranaun chirurgo specializzato in chirurgia robotica minimamente invasiva e svolge alcune delle più complesse e complesse procedure oncologiche utilizzando la robotica. "Abbiamo scoperto che eseguire chemio e radiazioni prima dell'intervento migliora significativamente i tassi di successo con questi interventi chirurgici, e questi trattamenti sono indispensabili, anche nei pazienti in fase iniziale."

Questo perché con una forma così mortale di cancro, la riduzione del tumore prima dell'intervento chirurgico è fondamentale per assicurare la rimozione delle cellule cancerose, afferma il dott. Sbrana.

"Dobbiamo essere innovativi e radicali con i nostri trattamenti per avere una possibilità contro questa malattia", sottolinea.

Preoccupato per il rischio di cancro al pancreas?

Alcuni fattori che possono contribuire a un aumento del rischio includono:

  • Storia familiare
  • Pancreatite cronica
  • Oltre i 60 anni
  • Il diabete
  • Smoker
  • L'obesità
  • Del patrimonio afro-americano

I segnali di allarme possono spesso essere scambiati per condizioni meno gravi.

Dr. Sbrana dice che alcuni segnali a cui dovresti stare attento includono:

  • Dolore addominale o alla schiena
  • Perdita di appetito
  • Ingiallimento della pelle o degli occhi
  • Perdita di peso
  • Nausea
  • Diabete recente insorgenza
  • E alla fine, diarrea con feci oleose / untuose, leggere o urine scure

L'Advocate Cancer Institute Centro per il fegato avanzato e il Pancreatic Care sta aprendo la strada con tecniche minimamente invasive e accesso a studi clinici di ricerca. Eseguendo più procedure di qualsiasi altro sistema sanitario in Illinois e un secondo programma di opinione 24-48 ore in diverse località di Chicagoland, rendiamo più facile essere visti vicino a casa.

                    

Sourcesite-health.com

Tags: