Fumo legato al cancro alla prostata più aggressivo – Harvard Health Blog

Se sei un fumatore alla ricerca di un altro motivo per smettere, considera questo: oltre ad aumentare il rischio di malattie cardiache e polmonari, oltre a tumori della vescica e dei reni, il fumo potrebbe aumentare le probabilità che svilupperai un tumore alla prostata aggressivo che si metastatizza o si diffonde attraverso il tuo corpo. Questo è secondo la ricerca pubblicata da una squadra austriaca nel 2018.

Le prove che collegano l'uso del tabacco con il cancro alla prostata (che tende a crescere relativamente lentamente) non sono così forti come lo sono per altre malattie legate al fumo. I ricercatori hanno prima rilevato il collegamento solo dopo aver riunito i dati di 51 studi che si sono iscritti su oltre quattro milioni di uomini. Pubblicato nel 2014questa precedente ricerca ha dimostrato che i fumatori hanno un rischio di morte del cancro della prostata del 24% più elevato rispetto ai non fumatori, ma ha lasciato una domanda aperta: anche gli uomini che sono morti per queste altre cause hanno grado cancri della prostata che non era stato ancora rilevato? Gli esperti hanno sospettato che dal momento che il fumo uccide in modi diversi, alcuni di coloro che prendono l'abitudine semplicemente non possono vivere abbastanza a lungo da morire di cancro alla prostata.

Per indagare, i ricercatori austriaci hanno limitato le loro analisi a poco più di 22.000 uomini che erano stati recentemente trattati chirurgicamente per cancro alla prostata, ma erano comunque sani. Questa è stata una mossa intelligente. Concentrandosi sui malati di cancro alla prostata invece di solo fumatori e non fumatori, hanno escluso gli uomini che erano a maggior rischio di morte per cause concorrenti.

Dopo circa sei anni di follow-up, i dati hanno raccontato una storia chiara: i pazienti affetti da cancro alla prostata che fumavano avevano quasi il doppio delle probabilità di morire della loro malattia (rischio 89% più alto) rispetto ai non fumatori. Inoltre, il rischio che i loro cancri si diffondessero era del 151% più alto, e c'era un rischio del 40% più alto che i loro livelli di antigene prostatico specifico aumentassero di nuovo dopo l'intervento chirurgico, segnalando il ritorno del cancro.

Il legame biologico tra fumo e cancro alla prostata non è chiaro. Gli inquinanti cancerogeni che i fumatori inalano vengono escreti in una certa misura nelle urine, che scorre attraverso la prostata. Il fumo potrebbe aumentare i livelli di infiammazione tossica. O forse non è nemmeno il fumo in sé ma le scelte di stile di vita povere che spesso lo accompagnano, come un esercizio inadeguato o un consumo eccessivo di alcol ..

"Continuo a cercare di capire perché alcuni pazienti fumatori sono così preoccupati di semplici modifiche nella dieta e di interrogazioni sugli integratori (la maggior parte dei quali non hanno mai dimostrato di essere di alcun beneficio per i malati di cancro alla prostata), ma continuano con la loro abitudine, "Dice Marc Garnick, professore di medicina dei fratelli Gorman alla Harvard Medical School e Beth Israel Deaconess Medical Center, e redattore capo di HarvardProstateKnowledge.org /" Il messaggio è chiaro – se hai il cancro alla prostata e sei preoccupati di come puoi modificare il rischio di progressione del cancro e sei un fumatore – semplicemente STOP. "

Sourcesite-health.com

Tags: