Gestire il dolore dopo l'intervento chirurgico – Harvard Health Blog

La chirurgia e le pillole antidolorifiche andavano mano nella mano. Dopotutto, hai bisogno di un farmaco antidolorifico efficace per assicurarti di non soffrire dopo una procedura, giusto?

Risulta che non solo il farmaco antidolorifico prescritto non è sempre necessario, ma spesso non è consigliabile dopo un intervento chirurgico, perché può aumentare il rischio di dipendenza da oppioidi. Di conseguenza, i chirurghi oggi stanno ripensando strategie di gestione del dolore post-chirurgico. E se stai andando sotto i ferri, anche tu dovresti.

Negli anni '90, il numero di prescrizioni di oppiacei scritte per persone sottoposte a interventi chirurgici o in condizioni di dolore è cresciuto – e così anche i problemi correlati. Di conseguenza, "Siamo in un'epidemia di oppiacei, con 91 decessi legati alla sostanza ogni giorno, secondo il CDC", afferma la dottor Elizabeth Matzkin, chirurgo ortopedico e assistente alla Harvard Medical School.

Questo non è solo il problema di un giovane. L'amministrazione dei servizi per l'abuso di sostanze e la salute mentale stima che la percentuale di anziani che abusano di oppioidi raddoppierà tra il 2004 e il 2020, dall'1,2% al 2,4%. Nel 2016, più di 500.000 beneficiari di Medicare Part D hanno ricevuto una prescrizione di oppioidi dal proprio medico – e la dose media era ben al di sopra degli importi raccomandati.

Ripensare la gestione del dolore

"I chirurghi ortopedici sono il terzo miglior prescrittore di analgesici oppioidi negli Stati Uniti, e siamo quindi in una posizione chiave per cambiare gli attuali schemi di overprescribing per la gestione del dolore postoperatorio", afferma il dott. Matzkin. Oggi, i chirurghi come lei si stanno rivolgendo sempre più verso farmaci non oppioidi e altre opzioni per gestire il dolore. E hanno anche iniziato ad avere più conversazioni con i pazienti prima dell'intervento chirurgico per arrivare con piani di trattamento più sicuri prima del tempo.

Se sei in programma per una procedura chirurgica, avere un piano per controllare il dolore dopo l'intervento può aiutarti a evitare l'uso non necessario di oppiacei.

4 consigli per modi efficaci e più sicuri per gestire il tuo dolore

Evita le pillole per il dolore da oppioidi quando possibile. In molti casi, gli analgesici non oppioidi, come l'ibuprofene (Advil) e il paracetamolo (Tylenol), controlleranno il dolore post-chirurgico se preso come raccomandato. "Abbiamo appena completato uno studio su 163 pazienti con artroscopia al ginocchio che sono stati mandati a casa con la gestione del dolore non oppioide", afferma il dott. Matzkin. Sulla base dei risultati di questo studio, l'82% dei pazienti sottoposti a meniscectomia parziale artroscopica (un intervento chirurgico al ginocchio comune) o condroplastica (una procedura per riparare la cartilagine nel ginocchio) può ottenere un controllo soddisfacente del dolore con la gestione del dolore non oppioide.

Limita l'uso di farmaci oppioidi. Se è necessario utilizzare un oppiaceo, limitare la quantità di tempo che si prende, dice il dottor Christopher Chiodo, un istruttore in chirurgia ortopedica presso la Harvard Medical School. Idealmente, dovresti prenderlo per meno di una settimana – e solo quando le altre opzioni non funzioneranno, dice. Un modo per ridurre la quantità di farmaci oppioidi che stai assumendo è di alternarlo con trattamenti non oppiacei, come l'ibuprofene o il paracetamolo, se il tuo medico lo approva.

Modifica le tue aspettative. "I chirurghi ortopedici stanno anche stabilendo aspettative per i pazienti prima dell'intervento. "Quando le persone si sottopongono a un intervento chirurgico, dovrebbero aspettarsi di avere qualche dolore o disagio", afferma il dott. Matzkin. Mentre nessuno dovrebbe sopportare il dolore lancinante, avere un po 'di dolore va bene. "Lasciare che le persone sappiano che va bene avere un po 'di dolore può effettivamente ridurre la quantità di farmaci per il dolore richiesti", afferma il dott. Chiodo. A volte quando alle persone non viene detto di aspettarsi un certo disagio o dolore, diventano nervosi quando lo sperimentano, il che porta a un maggiore uso di farmaci. Pensa a un intervento chirurgico come se esercitassi: dopo ti sentirai male, ma non dovresti (e non dovresti) prendere un antidolorifico oppioide per affrontare il problema.

Utilizza strategie non di mediazione per gestire il dolore. La chiave per un'efficace gestione del dolore è usare una combinazione di metodi. "Se stai operando su un arto inferiore, alzalo dopo la procedura. Questo può aiutare sostanzialmente con sollievo dal dolore, gonfiore e guarigione delle ferite ", afferma il Dott. Chiodo. Glassa l'area può anche aiutare nelle prime 24 a 48 ore dopo l'intervento chirurgico. Ma assicurati di seguire attentamente le istruzioni del medico quando usi il ghiaccio. Può causare danni ai tessuti se usato per troppo tempo – in particolare nelle persone che hanno una sensazione ridotta nella zona mentre l'anestetico utilizzato durante l'intervento chirurgico sta svanendo.

Avere un piano di gestione del dolore in atto prima della procedura

Non aspettare fino a dopo l'intervento chirurgico per decidere quale tipo di gestione del dolore utilizzerai. Discutere del controllo del dolore con il chirurgo prima dell'operazione e concordare in anticipo la linea di condotta.

Sourcesite-health.com

Tags: