Gli scienziati scoprono che le cellule contengono mitocondri specializzati nella produzione di grassi

        

 Gli scienziati dell'UCLA scoprono che le cellule contengono mitocondri specializzati nella produzione di grassi "title =" Gli scienziati dell'UCLA scoprono che le cellule contengono mitocondri specializzati nella produzione di grassi "/><figcaption class= Credit: Scott Wilde.

        

Questa scoperta potrebbe portare a nuovi trattamenti per le malattie metaboliche

I mitocondrinoti alla maggior parte delle persone come "le centrali elettriche della cellula", sono stati riconosciuti per decenni come gli organelli cellulari in cui gli zuccheri ei grassi sono ossidati per generare energia.

Ora, una nuova ricerca degli scienziati dell'UCLA ha scoperto che non tutti i mitocondri si adattano a questa definizione.

 

 

All'interno di ogni cellula è possibile trovare un gruppo di mitocondri specializzati attaccati a goccioline di grasso.

Piuttosto che bruciare i grassi per creare energia, questi mitocondri specializzati sono responsabili di fornire l'energia per costruire e immagazzinare molecole di grasso.

"Questa è davvero una visione completamente nuova dei mitocondri e di ciò che possono fare", ha detto l'autore principale Dr. Orian Shirihai, professore di medicina in endocrinologia e farmacologia alla David Geffen School of Medicine dell'UCLA.

Il ritrovamento, pubblicato su Cell Metabolism, potrebbe un giorno portare a nuovi trattamenti per l'obesità, il fegato grasso e altre malattie metaboliche, ha aggiunto.

I mitocondri, piccoli organelli presenti a centinaia o migliaia all'interno di molti tipi di cellule, contengono il macchinario molecolare per la produzione di ATP, la molecola che immagazzina energia nelle cellule.

I mitocondri all'interno di ogni data cellula sono sempre stati considerati uniformi, ha detto Shirihai, perché si fondono costantemente e si separano l'uno con l'altro in processi noti come "fusione" e "fissione", rispettivamente.

In passato, i ricercatori hanno notato – osservando le cellule al microscopio – che alcuni mitocondri si associano a goccioline lipidiche, piccoli gruppi di molecole di grasso. Questi mitocondri legati alle lipidi e alle goccioline sono particolarmente abbondanti nel grasso bruno, un tipo di tessuto grasso scoperto di recente che utilizza il grasso per generare calore piuttosto che immagazzinare il grasso.

Ricercatori – Shirihai; UCLA M.D./Ph.D. candidato Ilan Benador, il primo autore dello studio; Marc Liesa, un assistente professore di medicina; e la studentessa della UCLA, Michaela Veliova, hanno esaminato più in dettaglio questo gruppo di mitocondri. In primo luogo, hanno osservato che i mitocondri raggruppati attorno ai lipidi non sembravano interagire nel normale ciclo di fissione e fusione con il resto dei mitocondri nelle cellule adipose marroni.

"Sono come un club esclusivo di mitocondri che non lascia entrare gli altri", ha detto Shirihai, a capo del tema di ricerca sul metabolismo presso la Geffen School of Medicine. "E poi la grande domanda era perché si comportano in questo modo?"

Per rispondere alla domanda, i ricercatori hanno sviluppato un nuovo metodo per estrarre dalle cellule i mitocondri associati a goccioline lipidiche. Separarono le goccioline di grasso da altri componenti cellulari, fecero galleggiare i grassi in soluzione e macchiarono la miscela per la presenza di mitocondri, confermando che gli organelli erano rimasti associati alle goccioline lipidiche isolate. Quindi hanno centrifugato i campioni ad alta velocità in una centrifuga, separando i mitocondri per ulteriori studi.

Quando il team ha studiato i mitocondri che erano stati isolati, hanno scoperto che erano biochimicamente distinti dai mitocondri trovati altrove nella cellula.

"La maggior parte sul campo aveva ipotizzato che le goccioline lipidiche fossero come uno snack bar – dove i mitocondri andavano a mangiare", ha detto Shirihai. "Si scopre che in realtà è il contrario; i mitocondri sono lì per aiutare a costruire le goccioline lipidiche. "

Quando le cellule grasse marroni vengono attivate per bruciare i grassi e generare calore – come accade nel freddo – i mitocondri si disperdono dalle goccioline lipidiche.

"Se identifichiamo i modi per prevenire l'interazione dei mitocondri con le goccioline lipidiche, potremmo essere in grado di attivare il grasso bruno per bruciare i grassi e trattare l'obesità", ha detto Liesa.

La scoperta mette anche in discussione le tecniche tradizionali utilizzate per studiare i mitocondri. Per isolare i mitocondri per la ricerca, gli scienziati generalmente usano protocolli che separano gli organelli da altri componenti delle cellule, compresi i grassi, che vengono scartati. Ora, risulta che i grassi cestinati probabilmente includevano un sottogruppo di mitocondri precedentemente inesplorati.

"Abbiamo sistematicamente gettato via tutti questi mitocondri associati ai lipidi in tutta questa ricerca che è stata fatta sui mitocondri in passato", ha detto Shirihai.

Il team dell'UCLA sta ora pianificando di studiare se i mitocondri in altri tipi di tessuto – incluso il fegato, che costruisce molte molecole di grasso – abbiano anche questa funzione specializzata nell'aiutare a riunire le goccioline lipidiche.

Fonte: UCLA.

 

 

        

Sourcesite-health.com

Tags: