Il miele può ridurre gravi lesioni gastriche da batterie al litio in bambini piccoli

            

Una squadra di specialisti dell'orecchio, del naso e della gola (ENT) ha dimostrato che mangiare il miele dopo aver ingerito una batteria a bottone ha il potenziale per ridurre le lesioni gravi nei bambini piccoli. Sulla base dei risultati ottenuti negli animali da laboratorio, la ricerca suggerisce che questo comune prodotto domestico potrebbe ridurre significativamente la morbilità e la mortalità causate da batterie altamente caustiche.

Le batterie a bottone vengono ingerite dai bambini più di 2.500 volte l'anno negli Stati Uniti, con un aumento di oltre 12 volte in termini fatali nell'ultimo decennio rispetto al decennio precedente.

Secondo il Co-Principal Investigator, Ian N. Jacobs, MD, Direttore del Centro per le malattie delle vie aeree pediatriche e un otorinolaringoiatra pediatrico al Children's Hospital di Philadelphia (CHOP), "Poiché un grave danno può verificarsi entro due ore dall'ingestione di un batteria, l'intervallo tra l'ingestione e la rimozione è un momento critico per agire al fine di ridurre le lesioni esofagee. "

Jacobs ha collaborato con ricercatori presso CHOP e Co-Principal Investigator, Kris R. Jatana, MD, otorinolaringoiatra pediatrico e direttore di Otorinolaringoiatria pediatrica Miglioramento della qualità presso l'ospedale pediatrico nazionale, in uno studio pubblicato online su The Laryngoscope.

A causa delle loro dimensioni, forma simile a caramelle e superficie metallica lucida, le batterie a bottone hanno messo a rischio i bambini da decenni. Quando la batteria reagisce con la saliva e il tessuto dell'esofago, crea una soluzione alcalina ricca di idrossido che essenzialmente dissolve il tessuto. I bambini con una batteria a bottone esofageo possono presentare sintomi di mal di gola, tosse, febbre, difficoltà a deglutire, scarsa assunzione orale o respirazione rumorosa. Ciò può causare gravi complicazioni come perforazione esofagea, paralisi delle corde vocali ed erosione nelle vie aeree o nei vasi sanguigni maggiori. Più tempo ci vuole per rimuovere la batteria, maggiore è il rischio per questi bambini, in particolare per quelli senza accesso agli ospedali con anestesisti specializzati e endoscopisti esperti nella rimozione di oggetti estranei.

Il team di ricerca ha voluto determinare interventi di successo per mitigare queste lesioni sia in ambito domestico che clinico e testarne l'efficacia in un modello animale vivo, in questo caso suini da laboratorio. Nello specifico, i ricercatori hanno cercato liquidi appetibili e più viscosi che potrebbero creare una barriera protettiva tra il tessuto e la batteria, oltre a neutralizzare i forti livelli alcalini. Il team ha esaminato varie opzioni, tra cui bevande comuni per la casa come succhi di frutta, bibite e bevande sportive, in esperimenti di laboratorio.

"Abbiamo esplorato una varietà di comuni opzioni liquide domestiche e medicinali, e il nostro studio ha dimostrato che il miele e il sucralfato hanno dimostrato gli effetti più protettivi contro le lesioni da batteria pulsante, rendendo le lesioni più localizzate e superficiali", ha affermato Jatana. "I risultati del nostro studio verranno immediatamente inseriti nella pratica clinica, incorporati nelle ultime linee guida del National Poison Center per la gestione delle ingestioni di batterie a bottone."

"La nostra raccomandazione sarebbe che genitori e operatori sanitari offrissero il miele a intervalli regolari prima che un bambino sia in grado di raggiungere un ospedale, mentre i medici in un ambiente ospedaliero possono utilizzare il sucralfato prima di rimuovere la batteria", ha detto Jacobs. Tuttavia, gli autori mettono in guardia contro l'uso di queste sostanze nei bambini che hanno un sospetto clinico di sepsi esistente o perforazione dell'esofago, allergia grave nota al miele o sucralfato, o nei bambini di età inferiore a un anno a causa di un piccolo rischio di botulismo .

"Mentre gli studi futuri potrebbero aiutare a stabilire il volume e la frequenza ideali per ogni trattamento, riteniamo che questi risultati servano da punto di riferimento ragionevole per le raccomandazioni cliniche", ha detto Jacobs. "L'assorbimento sicuro di qualsiasi quantità di questi liquidi prima della rimozione della batteria è meglio che non fare nulla."

"Le batterie a bottone si trovano comunemente nelle famiglie e devono essere sempre conservate in un contenitore sicuro, fuori dalla portata dei bambini", ha affermato Jatana. "I genitori e gli operatori sanitari devono controllare tutti i prodotti elettronici in casa e assicurarsi che la batteria sia racchiusa in un compartimento che richiede l'apertura di uno strumento e controllare periodicamente per assicurarsi che rimanga sicuro nel tempo."

Fonte: Rachel R. Anfang, Kris R. Jatana, Rebecca L. Linn, Keith Rhoades, Jared Fry, Ian N. Jacobs. Irrigazioni esofagee neutralizzanti il ​​pH come una nuova strategia di mitigazione per il danno da batteria pulsante. The Laryngoscope2018; DOI: 10.1002 / lary.27312

        

Sourcesite-health.com

Tags: