Qual è la migliore dieta per gli umani? Sorprendentemente, la maggior parte degli esperti concorda!

        
        

Nonostante, o forse a causa di tutti i consigli dietetici e nutrizionali, la maggior parte della gente è totalmente confusa su cosa diavolo dovrebbero mangiare. Ma la scienza moderna è in realtà abbastanza chiara sulla dieta ottimale per la maggior parte delle persone, il più delle volte. Qual è il verdetto? Scopri la migliore dieta per gli esseri umani qui sotto.

 

 

di Ocean Robbins • Adattato dal libro di prossima pubblicazione di Ocean Robbins, 31-Day Food Revolution (5 febbraio 2019) . Ottieni la tua copia qui ora .

Oggi abbiamo accesso a più informazioni su dieta e malattie di qualsiasi popolazione che sia mai vissuta. Possiamo esaminare i risultati di decine di migliaia di studi pubblicati su riviste mediche peer-reviewed, da qualsiasi laptop o smartphone.

Migliaia di libri nutrizionali e dietetici vengono pubblicati ogni anno, mentre miliardi di siti web ti dicono cosa mangiare e cosa evitare

Sfortunatamente, molti di loro hanno torto.

Ho visto diversi cosiddetti esperti che offrivano dogmi selvaggimente conflittuali – con alcuni che dicevano alla gente di evitare legumi e bacche di acai, mentre altri dicono di mangiare tutte le calorie in due ore del giorno; non andare mai più di tre ore di veglia senza mangiare; mangiare nulla mescolato; mangiare tutto mescolato; andare crudo; andare al 100% cotto; per evitare olii; o per assicurarsi che il 90% delle calorie derivi dal grasso.

Abbiamo gente diversa che ci dice di mangiare molta carne, di andare vegani o di mangiare solo frutta prima di mezzogiorno.

Quando sento tutte le informazioni contrastanti, mi viene in mente il vecchio detto: " Un uomo con un solo orologio sa che ore sono. Un uomo con due orologi non è mai abbastanza sicuro. "

In un mare di confusione, troppo spesso prevale lo status quo . Quando non hai un percorso chiaro in avanti, sei più incline a intraprendere la via di minor resistenza. In una cultura alimentare tossica, sappiamo dove conduce

La verità è che i più seri ricercatori in campo alimentare e della salute non ignorano la cura e l'alimentazione di base degli esseri umani .

La moderna scienza medica è piuttosto chiara sugli schemi dietetici che possono, nella stragrande maggioranza dei casi, aiutare a prevenire o addirittura invertire molti dei disturbi cronici dei nostri tempi.

La dieta ottimale per gli umani (il più delle volte!)

Nel suo studio di ciò che egli definisce " Blue Zones ," National Geographic Fell ed esploratore Dan Buettner identifica le cinque regioni in cui le persone godono non solo della durata della vita più lunga, ma anche degli spazi sanitari più abbondanti .

I suoi studi si concentrano su Sardegna, Italia; Loma Linda, California; Penisola di Nicoya, Costa Rica; Ikaria, Grecia; e le isole di Okinawa, in Giappone.

Dan descrive la domanda a una donna di Okinawa di 102 anni che cosa si prova a tenere la sua trisnipote. Lei gli dice che "sembra di saltare in cielo."

Molti di noi temono di invecchiare. Ma nelle Blue Zones, molte persone non vedono l'ora di farlo .

Forse lo faremmo tutti se avessimo modelli come il dott. Ellsworth Wareham, un chirurgo di Loma Linda, che ancora amava la sua pratica in sala operatoria all'età di 95 anni – conducendo chirurgia a cuore aperto su 20 pazienti ogni mese . (Il Dr. Wareham si è ritirato nel 2009 e ha vissuto felicemente fino a quando non è passato all'età di 104 anni.)

Sorprendentemente, nonostante si estenda al globo, tutte le regioni della Blue Zone hanno un certo numero di cose in comune .

I residenti hanno:

  • Strong legami sociali e familiari ;
  • Bassi tassi di fumo ;
  • A dieta vegetariana ricca di piante e prevalentemente (sebbene non spesso esclusivamente) ; e
  • Godimento di attività fisica costante e moderata .

Ispirato ad esplorare i principi generali che hanno portato a risultati positivi, il direttore fondatore di Yale-Griffin Prevention Research Centre David Katz, ha riunito una coalizione di esperti globale chiamata True Health Initiative.

Mio padre e mio collega, John Robbins, e io siamo entrambi membri di questa iniziativa. E siamo uniti da oltre 450 tra i principali medici, scienziati, ricercatori, medici e sostenitori della salute.

Il nostro obiettivo è chiarire e comunicare un consenso emergente secondo cui esiste un modo di mangiare e vivere che promuove massicciamente la longevità, la vitalità e la salute generale .

La nostra conclusione generale, che si riflette nei risultati di tutte le Blue Zones, è riassunta nelle famose sette parole di Michael Pollan:

"Mangiare cibo. Non troppo. Principalmente piante. "

Che cosa significa "Mangiare cibo"

Per "mangiare cibo" intendiamo "mangia cibo vero", non il ultra-elaborato sostanze simili al cibo che costituiscono la maggior parte delle calorie nella dieta moderna nel mondo industrializzato.

Su questo punto, c'è poca polemica. Troviamo un vasto accordo tra quasi tutti gli scienziati e le organizzazioni di ricerca del mondo chiedendoci di mangiare cibi freschi e integrali che vengono coltivati ​​e prodotti in modo sostenibile e che sono minimamente elaborati (se vengono elaborati del tutto).

La buona notizia è che i cibi reali non tendono a stimolare la dipendenza . Forniscono più nutrimento che calorie. Ciò significa che quando li mangi, è più facile sentirsi pieno e profondamente soddisfatto mentre mangi "non troppo".

Che cosa significa mangiare "Principalmente piante"

E che dire del mangiare "principalmente piante"?

Ora sappiamo che i cibi vegetali e in particolare le verdure e i frutti freschi sono le fonti più concentrate di molti dei nutrienti di cui il corpo umano ha bisogno per prosperare .

Frutta e verdura forniscono antiossidanti fitochimici, fitosteroli, fibre enzimi, prebiotici, probiotici grassi essenziali e proteine ​​ , vitamine e minerali.

I flavonoidi, con il loro tremendo valore nutritivo, sono i pigmenti che danno alle piante i loro colori – come il blu intenso dei mirtilli, il purple nell'uva, nell'arancia nelle zucche, nel verde nelle verdure a foglia verde e nel rosso dei pomodori.

In generale, l'arancio più scuro della carota, o il verde più scuro della foglia, il più nutriente e saporito sarà . Potresti aver notato che quando le verdure invecchiano, diventano pallide. Ciò riflette un calo di nutrizione e sapore

Il ricercatore Alec Baxt condusse una volta un affascinante esperimento. Ha testato una varietà di carote per la loro densità di nutrienti.

Distribuì campioni rappresentativi ai volontari e fece loro valutare le carote sul sapore. Quelli che secondo la gente assaggiavano la maggior parte delle "carote", piene di sapore, erano anche quelli che offrivano il più alto valore nutritivo .

Quando cucini con frutta e verdura fresca, i sapori parlano con una distinta eleganza e audacia.

Il sapore di un pomodoro cimelio di mezza estate, forse leggermente condito con sale marino, è incomparabilmente più delizioso di un pomodoro bistecca che è stato raccolto verde e poi trasportato per migliaia di chilometri. Lo stesso vale per il consumo di un frutto fresco – ha una dolcezza vivace e scattante che trasmette una scintilla rinfrescante.

La buona notizia è che quando mangi "principalmente piante", cammini sulla terra con un'impronta più leggera, il che significa che aiuti a salvare foreste, acqua, terriccio, animali e il nostro clima dalla sofferenza e dalla distruzione . Tutto ciò fornendo al tuo corpo l'intero portafoglio di sostanze nutritive di cui ha bisogno per prosperare.

Che dire di carne, pesce, uova e latticini?

C'è un accordo molto forte tra i ricercatori informati sul fatto che la stragrande maggioranza delle persone trarrebbe grandi benefici dal mangiare più cibi vegetali e meno alimenti (se ce ne sono) derivati ​​da animali .

Alcune persone potrebbero essere più sane se includono una piccola quantità di prodotti allevati al pascolo o di animali selvatici nella loro dieta? Questo è un argomento di molto dibattito – forse perché la risposta non è la stessa per tutti .

Ma l'americano medio riceve il 34% di calorie da carne caseificio e uova, mentre meno del 6% delle calorie proviene da verdure e meno del 3% proviene da frutta . Senza dubbio, sono troppe poche verdure, non abbastanza frutta e troppa carne, latticini e uova.

E sappiamo con certezza che l'agricoltura animale industrializzata è un incubo per il pianeta ed è straordinariamente crudele per gli animali.

Per quasi tutti noi, e per il futuro della vita sulla Terra, la direzione ottimale sembra chiara: piante per lo più (se non del tutto).

The Eating Plan I Recommend

Mentre stavo ricercando il mio nuovo libro, Rivoluzione alimentare di 31 giorni Ho sviluppato quattro principi fondamentali che io chiamo il Piano dietetico della rivoluzione alimentare .

A differenza di molte diete di cui si sente parlare, questi principi sono flessibili . Si tratta più di indicare in una direzione che di insistere su una destinazione impostata.

Ho troppo rispetto per l'individualità biochimica e per la diversità delle esperienze e dei contesti di vita, per cercare di dire a chiunque esattamente cosa dovrebbero o non dovrebbero mangiare.

Ma ci sono alcuni principi generali che sono vantaggiosi per quasi tutti.

I 4 principi del piano dietetico della rivoluzione alimentare:

  1. Mangia meno alimenti trasformati. I nostri corpi non erano progettati per zucchero, farina bianca, oli in bottiglia o prodotti chimici.
  2. Mangia meno prodotti animali Carne moderna e prodotti lattiero-caseari – specialmente da allevamenti industriali – sono conducenti principali di malattie cardiache, cancro, diabete e obesità, come bene come colpevoli di distruzione ambientale diffusa.
  3. Mangia più cibi vegetali interi Frutta, verdura e altri cibi vegetali integrali ti danno un'abbondanza di vitamine, minerali, antiossidanti flavonoidi e altri fitonutrienti: cervello, polmoni, cuore , il sistema immunitario e le cellule hanno bisogno di prosperare.
  4. Fonte coscientemente. Quando acquisti più organico, non-GMO umano, locale, e alimenti equosolidali, stai prendendo posizione per la tua salute e per il tuo pianeta, oltre a sostenere gli agricoltori che fanno la cosa giusta.

Facciamo una cosa completamente chiara: non ti sto chiedendo di firmare un patto di purezza o di essere sottoposto a regolari ispezioni da parte della polizia alimentare. Se vuoi saltar fuori pizza ogni tanto, o andare fuori a prendere un gelato ogni tanto, ti amerò ancora. (E spero che anche tu ami ancora te!)

Non è quello che fai in occasioni che conta di più. A lungo termine, sono le scelte che fai ogni giorno e le abitudini che forgi e sostieni, che tracciano il corso del tuo destino.

Ricorda sempre: sei unico (proprio come tutti gli altri!)

I tuoi ormoni, il sistema cardiovascolare, la neurologia, la digestione e persino il tuo stato psicologico ed emotivo hanno un effetto su come rispondi al cibo e a tutto ciò che incontri

Quando cadiamo preda dell'illusione di avere qualcuno (incluso noi stessi!) Capito, e quando cerchiamo di rendere le persone conformi alle nostre convinzioni sul modo giusto di mangiare o di comportarsi, corriamo il rischio di cessare di prestare attenzione, e di non ascoltare.

Quando ti avvicini al tuo corpo e al tuo percorso dietetico con una curiosità aperta, crei le condizioni in base alle quali è possibile l'apprendimento reale . E da questo apprendimento, puoi crescere, nel tempo, in un certo grado di saggezza.

Un nonno ha bisogno dello stesso cibo di un bambino? Un impiegato sedentario richiede la stessa dieta di un atleta?

La risposta è, inequivocabilmente, no. Quando una dottrina dietetica o un approccio "taglia unica" diventa parte della nostra identità, neghiamo la nostra individualità.

In che modo le persone metabolizzano il cibo in modo diverso

Nel 2015, uno studio completo ha pubblicato nella rivista Cell hanno scoperto che persone metabolizzano gli stessi cibi in modi molto diversi .

Per misurare il modo in cui il cibo è stato digerito, i ricercatori hanno reclutato 800 persone e hanno misurato le loro risposte a 46.898 pasti. Durante lo studio, ai partecipanti è stato chiesto di registrare ogni morso, sorso, sessione di allenamento, movimento intestinale e sessione di sonno su un'app per telefono.

I loro livelli di zucchero nel sangue sono stati misurati ogni cinque minuti da un dispositivo attaccato ai loro corpi, e hanno trasformato i campioni di feci per l'analisi dei batteri intestinali. Hanno anche dato dei campioni di sangue e tutti hanno mangiato gli stessi pasti a colazione

Mentre analizzavano una montagna di dati i ricercatori furono colpiti per scoprire in che modo i partecipanti risposero in modo diverso.

Sushi ha causato uno zucchero nel sangue di un uomo a un picco più alto di quello del gelato. Per un altro partecipante, mangiare un alimento apparentemente sano – pomodori – ha aumentato il suo livello di zucchero nel sangue. Alcuni livelli di glucosio aumenterebbero dopo aver consumato frutta fresca ma non un bicchiere di birra. Per altri, l'esatto opposto era il caso.

Alcune persone prosperano con una ricca colazione ricca di proteine, mentre altre si sentono meglio a mangiare più leggero, con solo frutta o un frullato al mattino. E la cosa migliore per il tuo corpo potrebbe cambiare nel tempo.

Qual è la migliore dieta per te?


I principi generali della sana alimentazione sono abbastanza chiari. Ma ogni essere umano è diverso.

Nel mio nuovo libro 31-Day Food Revolution guardiamo a ciò che la scienza ci dice. E mostro anche come puoi combinare studi scientifici con strumenti per aiutarti ad ascoltare i segnali e la saggezza del tuo corpo per stabilire le abitudini che sono giuste per TE.

In definitiva, sei la migliore (e unica) autorità del mondo sulla tua esperienza di vita reale.

Ci sono oltre sette miliardi di persone su questa pianta, ma tu sei l'unico.

Spero che ti aiuti a sentirti almeno un po 'speciale, perché lo sei.

                         

Ultimi post di Young and Raw ( vedi tutti)

Sourcesite-health.com

Tags: