Questi due tipi di farmaci sono collegati alla demenza

        

 Questi due tipi di farmaci sono collegati alla demenza "title =" Questi due tipi di farmaci sono collegati alla demenza "/></div><p>        </p><p>In un recente studio dell'Università dell'East Anglia, i ricercatori hanno scoperto che l'uso a lungo termine di antidepressivi anticolinergici è associato a un più alto rischio di demenza.</p><p>Gli antidepressivi anticolinergici sono stati trovati essere collegati alla demenza, anche se presi fino a 20 anni prima di una diagnosi.</p><p>La ricerca mostra anche un rischio di demenza legato ai farmaci prescritti per le condizioni della vescica e il morbo di Parkinson.</p><p> </p><p> </p><p>Altri farmaci anticolinergici, inclusi antistaminici e quelli usati per i crampi addominali, non sono stati trovati per essere collegati alla demenza.</p><p>I farmaci anticolinergici sono usati per trattare una varietà di condizioni e funzionano bloccando un messaggero chiave (neurotrasmettitore) nel corpo chiamato acetilcolina.</p><p>Il team di ricerca ha controllato le cartelle cliniche di 40.770 pazienti di età superiore a 65 anni con diagnosi di demenza e li ha confrontati con i dati di 283.933 persone senza demenza.</p><p>Sono stati analizzati oltre 27 milioni di prescrizioni.</p><p>Il team si è concentrato sull'esistenza di collegamenti tra diverse classi di farmaci anticolinergici e l'incidenza della diagnosi di demenza.</p><p>Scoprirono che c'era una maggiore incidenza di demenza tra i pazienti che prescrivevano maggiori quantità di antidepressivi anticolinergici e farmaci anticolinergici per le condizioni della vescica e del Parkinson.</p><p>Lo studio conclude che i medici dovrebbero prendere in considerazione gli effetti anti-colinergici a lungo termine quando prescrivono.</p><p>I pazienti preoccupati dovrebbero continuare a prendere i loro medicinali fino a quando non hanno consultato il loro medico o il farmacista.</p><p>Più di 50 milioni di persone in tutto il mondo sono affette da demenza e questo numero è stimato in 132 milioni entro il 2050.</p><p>Sviluppare strategie per prevenire la demenza è, quindi, una priorità globale.</p><p>Questo è lo studio più ampio e dettagliato del suo genere sull'impatto a lungo termine dell'uso anticolinergico in relazione alla demenza.</p><p>Lo studio è pubblicato nel BMJ.</p><p> <em>Copyright © 2018</em> <a href= Knowridge Science Report . Tutti i diritti riservati.

 

 

        

Sourcesite-health.com

Tags: