Sii il miglior genitore di tuo figlio, non il loro migliore amico!

"Mamma, sei mio amico?"

Queste sono le 5 parole che mio figlio mi ha chiesto. Quella piccola domanda mi ha fatto pensare: come rispondere a questa domanda?

Mi ha fatto riflettere su ciò che le altre madri pensavano dell'idea di "essere l'amico del loro bambino". Ma prima di condividere i loro pensieri, lasciami dire tu stesso mio: "No, non sono tuo amico, sono tua madre" è quello che ho detto a mio figlio di 10 anni.

Ma la conversazione non si fermò lì – ha continuato a chiedermi se ero amico dei miei genitori. Ora, anche se i miei genitori non erano sempre perfetti, una cosa che sicuramente hanno fatto bene è che non hanno mai cercato di essere miei amici – almeno fino a quando non sono diventato adulto

Perché penso che quello che hanno fatto era giusto? Perché credo che un genitore sia lì per proteggere, guidare e insegnare. Dovrebbero modellare il buon processo decisionale, il comportamento del modello, mantenere la famiglia al sicuro e fornire coerenza nella vita di un bambino in modo che un bambino possa sentirsi sicuro e a suo agio e meglio in grado di affrontare le sfide della vita lungo la strada.

Un genitore dovrebbe essere l'unica persona a cui un bambino sente di poter parlare di qualsiasi cosa, mentre allo stesso tempo è la persona che stabilisce le regole, i confini e le aspettative per i comportamenti.

Questa struttura è ciò che fornisce ai bambini senso di sicurezza e appartenenza

Se fatto bene, è così che viene stabilita una relazione aperta tra genitore e figlio. Quando un bambino infrange le regole, i confini e le aspettative (come sono sicuro di fare – questo è il modo in cui apprendono), è compito del genitore dare al bambino conseguenze per quei comportamenti, mentre usa l'esperienza come un momento insegnabile.

Come possiamo imparare da questo? Come possiamo fare meglio la prossima volta?

Il nostro lavoro di genitori è quello di preparare i nostri bambini per la vita. Essere in grado di parlare con i nostri figli di problemi reali, con l'intenzione di insegnare loro le capacità di vita, così loro e noi, saremo sicuri che quando usciranno da soli, saranno in grado di fare le scelte più sicure e più intelligenti . "Amici" non hanno quel tipo di relazione; genitori attivi fanno.

Ma quando chiesi ad alcuni amici di mamma per i loro pensieri, fui sorpreso da quanti erano in disaccordo con me. Vogliono essere amici dei loro figli. Mi è stato detto che se fossi stato amico di mio figlio, mi avrebbero detto tutto. Altri hanno detto che volevano essere una mamma "cool" e che volevano che gli amici dei loro figli pensassero che erano "cool".

Ho chiesto che cosa rende una mamma "figa", e tutti i miei amici hanno detto la stessa cosa cosa: non molte regole (come stare alzati fino a tardi a guardare la TV, giocare ai videogiochi, computer, telefono cellulare e SMS senza regole o conseguenze per infrangere quelle regole), non essere "iperprotettivi", lasciare che i loro figli vadano a casa di un amico non lo sanno, lasciandoli uscire al centro commerciale in giovane età (perché tutti gli altri lo sono), lasciando che abbiano un account Facebook prima di averne 13.

Potrei andare avanti e avanti … e io ho capito che devo essere in minoranza, perché a me sembrava un genitore freddo un genitore che lascia che i loro figli gestiscano la loro casa. Un genitore apparentemente fantastico non vuole deludere il proprio figlio o affrontare il conflitto e ha difficoltà a dire no o fissare dei limiti

Beh, immagino di non cadere nella categoria dei genitori "cool"!

Io e mio marito gestiamo la nostra famiglia. Stabiliamo limiti, regole, limiti e aspettative. Quando questi non vengono seguiti, mio ​​figlio ne conosce le conseguenze. Amo mio figlio e voglio che sia la persona "migliore" che può essere, voglio che commetta errori e che impari da loro, voglio che sia buono con gli altri e che tratti gli altri come vuole essere trattato. Più di tutto voglio che sia felice e a suo agio con chi è come persona. E se dirigesse la nostra casa, come potremmo insegnargli queste cose? Se non avesse limiti, cosa si aspetta dagli altri?

Se "no" non è una parola che abbia mai sentito, si aspetterà che il mondo dica sempre "sì" – e il ragazzo lo farà lui

Se mio figlio non dovesse seguire linee guida specifiche, che tipo di persona dovrei preparargli a frequentare la scuola e, cosa più importante, in vita? Così dico a mio figlio, che amo più di ogni altra cosa, "Sono migliore di un semplice amico, sono tua madre e ne sono orgoglioso."

E P.S. Tesoro, un giorno, mi ringrazierai per questo.

<! – ->

Sourcesite-health.com

Tags: