Una dieta rispettosa del clima potrebbe giovare alla nostra salute

        

        

Altre diete rispettose del clima sono anche più salutari, secondo uno studio che esamina l'impronta di carbonio di quello che più di 16.000 americani mangiano in un giorno.

La ricerca, che appare oggi sull'American Journal of Clinical Nutrition, è la prima a confrontare l'impatto sul clima e il valore nutrizionale delle diete degli Stati Uniti utilizzando dati del mondo reale su ciò che gli americani dicono di mangiare.

"Le persone le cui diete avevano una minore impronta di carbonio mangiavano meno carne rossa e latticini, che contribuiscono a una maggiore quota di emissioni di gas serra e sono ad alto contenuto di grassi saturi, e consumano cibi più salutari come pollame, cereali integrali e piante proteine ​​di base, "dice l'autore principale Diego Rose, presso la Scuola di salute pubblica e medicina tropicale dell'Università di Tulane.

 

 

EMISSIONI PER 1.000 CALORIE

Poiché la produzione alimentare è uno dei principali fattori che contribuiscono al cambiamento climatico, i ricercatori di Tulane e dell'Università del Michigan hanno cercato di saperne di più sull'impatto delle scelte alimentari quotidiane degli americani.

Hanno costruito un ampio database delle emissioni di gas serra legate alla produzione di alimenti e l'hanno collegato a un ampio sondaggio federale che chiedeva alle persone cosa mangiavano in un periodo di 24 ore.

I ricercatori hanno classificato le diete in base alla quantità di emissioni di gas serra per 1.000 calorie consumate e le hanno divise in cinque gruppi uguali.

Poi hanno valutato il valore nutrizionale degli alimenti consumati in ciascuna dieta utilizzando l'indice US Healthy Eating, una misura federale della qualità della dieta, e hanno confrontato i gruppi dal più basso al più alto impatto su questa e altre misure.

Le diete nel gruppo di impatto più alto hanno rappresentato cinque volte le emissioni di coloro che appartengono al gruppo di impatto più basso.

Le diete a più alto impatto avevano una maggiore quantità di carne (manzo, vitello, maiale e selvaggina), latticini e grassi solidi per 1.000 calorie rispetto alle diete a basso impatto.

Nel complesso, le diete ad alto impatto erano più concentrate nelle proteine ​​totali e negli alimenti a base di proteine ​​animali.

Uno studio condotto da alcuni ricercatori, pubblicato all'inizio di quest'anno, ha rilevato che il 20% degli americani rappresentava quasi la metà delle emissioni di gas serra correlate all'alimentazione negli Stati Uniti.

ALCUNI CAVALLI

Gli americani nel gruppo di impronta ecologica più basso hanno mangiato una dieta più sana, misurata da questo indice.

Tuttavia, queste diete contenevano anche più di alcuni articoli a bassa emissione che non sono sani, vale a dire zuccheri aggiunti e cereali raffinati.

Avevano anche quantità inferiori di sostanze nutritive importanti, come ferro, calcio e vitamina D, probabilmente a causa della minore assunzione di carne e latticini.

Nel complesso, le diete nel gruppo di impatto più basso erano più salutari, ma non su tutte le misure.

Rose dice che questo è perché le diete sono complesse con molti ingredienti che influenzano ciascuno la qualità nutrizionale e gli impatti ambientali.

"Questo spiega la relazione sfumata che abbiamo osservato tra questi risultati", dice.

Rose spera che la ricerca possa aiutare il pubblico e i responsabili delle politiche riconoscono che il miglioramento della qualità della dieta può anche aiutare l'ambiente.

"Possiamo avere entrambi. Possiamo avere diete più sane e ridurre le nostre emissioni legate all'alimentazione ", afferma Rose. "E non richiede l'estremo dell'eliminazione completa degli alimenti.

Ad esempio, se riduciamo la quantità di carne rossa nella nostra dieta e la sostituiamo con altri alimenti proteici come pollo, uova o fagioli, potremmo ridurre la nostra impronta ecologica e migliorare la nostra salute allo stesso tempo. "

Scritto da KEITH BRANNON-TULANE

Fonte: Università di Tulane.

 

 

        

Sourcesite-health.com

Tags: